CAP.11 – L’ENJAMBEMENT DEL PIPISTRELLO

VOLEVOFARELATTACCANTE © 2012 – Tutti i contenuti di questo blog sono tutelati dalle vigenti norme sul diritto d’autore. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, che non citi la provenienza e la paternità dei contenuti sarà perseguita a norma di legge.
Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

12 thoughts on “CAP.11 – L’ENJAMBEMENT DEL PIPISTRELLO

  1. sara milla ha detto:

    c’è questo equilibrio tra l’essere nella vicenda e contemporaneamente fuori, questa autoironia che il personaggio stesso ha assieme al furore, alla spinta verso “nascita” e
    “albergo” per la propria vocazione, che rende la storia febbrile, divertente, cupa e appassionata.Con una misura che regge la tensione, la domina, con uno sguardo che annuncia rigore ma anche tenerezza, fragilità, aspirazioni legittime.

  2. Miriam ha detto:

    Anche questo capitolo è dimostrazione di grande bravura, i personaggi riescono a vivere davvero, sono reali e non come quelli patinati di tanti altri romanzi… Complimenti!
    La foto poi, è stupenda! 🙂

  3. Emanuele ha detto:

    La scrittura di Leonardo Fiasca e’ anti-calviniana, anti-pasoliniana, anti-moraviana. Barocca, spudoratamente autocompiaciuta (si’, lo so, e’ un difetto per antonomasia: ma perche’?), furiosa di aggettivi e assonanze. Il personaggio soffre, ma l’autore si diverte, e i lettori con lui. Perche’ mentre il personaggio coglie la sofferenza dell’umiliazione, autore e lettori intravedono la bellezza dell’umiliazione, le sue sfumature d’oro e porpora. Quale grande consolazione e’ l’arte! Intensifica una gioia, attenua un dolore (racconta Oscar nel “Critico come artista” o nella “Decadenza della menzogna”, ora non ricordo, scusa Oscar). E’ la scrittura che non piace agli scrittori italiani. Semmai a uno scrittore triestino, a un abruzzese, o a un paio di Siciliani. Artisti outsider, molto piu’ assorbiti da letture straniere che romane – artisti, per motivi biografici geografici letterari, europei.

  4. miriam ravasio ha detto:

    La Divina Commedia e l’ Umano Burlesque. L’Io in formazione, Pinocchio, proietta la sua immagine sotto la rotazione di una porta, il cui perno “L’enjambement del pipistrello” è la frattura del senso; tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. L’uomo senza ombra non è Peter Schlemihl il candido eroe sradicato e romantico di Von Chamisso, ma una appropriazione volgare e famelica, una pancia vorace da ingozzare con le paste; un moloch portinaio con l’intestino in movimento.

  5. Laura ha detto:

    Ad un certo tipo di scrittura ci si abitua come a qualsiasi altra cosa. Adesso, se per caso cambiasse, non ci piacerebbe più. Non è vero che il lettore non ama una scrittura più colta, più fine; è vero invece che il lettore si affida ad una storia e la scrittura è il marchio del suo autore, e va bene così.

  6. Mimmo ha detto:

    Il tema della corruzione da lei trattato, e così tanto attuale, mi fa pensare a una ulteriore messa in guardia a colori i quali sono convinti che con un pugno di soldi (stavo per scrivere dollari), possono ottenere la visibilità tanto agognata nelle notti passate a scrivere la loro “opera”. Vocabolario, Dante, Nabokov. Leggere, leggere, leggere, e poi…leggere! Lei signor Fiasca mi piace sempre più!

  7. Carlo Capone ha detto:

    Insomma, questo libro dell’Io narrante è un Pinocchio, è l’amore del Geppetto che è in noi per qualcuno che creammo a prescinder dalla fattura.
    Avevo ammirato l’header, che appunto reca due immagini del burattino ma non risucivo a trovare una corrispondenza col testo. Poi rileggendo il capitolo ecco che mi è venuta incontro la chiusa ( a differenza di quanto accadutomi nel 10o). E allora invito a rileggerne i versi, perchè di poesia si tratta, in quanto permeati di un amore così intenso, struggente, toccante, di un padre per il figlio, che non solo raramente avevo letto, ma mi ha pure commosso.

    “In fondo un figlio storpio si impara a volerlo bene comunque, specie quando reclama le coccole e alle prime carezze, all’appoggiare il naso per reciproca tenerezza, mostra quei sorrisi da solletico che furono i nostri primi sorrisi allorchè pensammo di concepirlo….”

    Bravo.

    • Dopo ore di riflessione trovo impossibile replicare all’accurata bellezza di questi commenti; farlo significherebbe spaccare, nel senso di rovina, quell’uovo così perfettamente concepito. La mia astensione sia dunque da interpretare come una forma di rispetto e di gratitudine nei vostri confronti.

  8. giustomisiano ha detto:

    scorrevolecomeimmaginipiacevoledisapore _____poi quel folletto di Gutenberg seduto sul davanzale della finestra diventa un angelo di protezione per un grande scrittore ,mi dà l’impressione di come quando guardo un bel film senza ” fine “, ___ fermento di sceneggiature sospese che creano altro nuovo fertile Capitolo

  9. anna ha detto:

    L’immagine che apre questo nuovo capitolo è molto suggestiva, decisamente bella. L’inizio del capitolo mi colpisce perché ha una scrittura manierata, leziosa, mentre dal secondo capoverso la lettura riprende scorrevole, divertente, coinvolgente. Condivido la delusione nel constatare il volume stampato grossolanamente e senza cura, per non parlare del diavolo Gutenberg che ci si mette in mezzo a rovinar la festa. Seppellita la creatura ingrata, mi auguro che Leonardo abbia fatto tesoro della lezione sul perverso meccanismo “editoriale”. Grazie Fiasca!

  10. oliviero ha detto:

    Fiasca lei ora deve dirci chi è perché qui non si tratta più di un gioco. La sua scrittura ha quel fascino antico, ma non vecchio, di cui personalmente sento il bisogno di fronte a tante proposte editoriali sciatte e volgari. E quindi su, tolga la maschera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: